da >>> l-bdf0.htm FILE RELATIVI A BRUNO de FINETTI (§ 6)

Un ricordo personale
(Gabriele Lucchini: 2009-12-17)

.1   Nel 1971 tenni al IX Congresso dell'UMI (Bari)
      la comunicazione
      "Sussidi didattici e corsi di orientamento nelle università"
      (Sunti delle Comunicazioni del IX Congresso dell'UMI,
      Bari, UMI, 1971, pp. 181-182; >>> l-gl33.htm § 4).
.2   Uno degli spunti era
      (nella formulazione della successiva trattazione in
      "Un programma per il controllo dell'apprendimento
      mediante calcolatore",
      Pedagogia e Vita, 1972, pp. 61-69; >>> l-gl10.txt)
      "scelte univoche tra risposte elencate nel reattivo di profitto,
      con indicazione del grado di sicurezza valutato da 1 a 5
      che viene tradotto in punti guadagnati o persi
      a seconda che la risposta scelta sia giusta o sbagliata.".
.3   Con mia grande sorpresa,
      il prof. Bruno de Finetti
      (come era e rimase per molti "giovani" di allora)
      prese la parola per proporre il suo interesse
      a conoscere, mi pare di poter dire "anche",
      come nel rispondere al questionario gli interessati
      avrebbero distribuito un certo numero di punti
      tra le risposte elencate.
.4   Come ho accennato in § 6 di >>> l-bdf0.htm,
      ritengo che la proposta di Bruno de Finetti
      meriti di essere considerata
      in relazione a quello che si vuole capire con questionari,
      eventualmente insieme all'autovalutazione della certezza
      espressa con la "scommessa",
      quando l'obiettivo non è soltanto
      un "ordinamento" di punteggi per selezione o altro.