SULLE SCELTE DEL PdM
(2006-10-10; 2007-10-22: NB*, NB5)

.1   Il PdM ha necessità e possibilità di scelte:
      necessità perché è tenuto a fare scelte,
      possibilità perché la LSRI gli consente scelte.
.2   Pare opportuno osservare che ci sono scelte autonome
      e scelte vincolate
      dalla gestione democratica in organi collegiali.
.3   Vari aspetti verranno considerati nelle singole trattazioni:
      qui, interessa richiamare due riferimenti fondamentali
      e un esempio.
.4   Il primo riferimento è costituito dagli
      articoli 1 e 2 del testo unico, cosultabili in
      >>> e940416a.
.5   Il secondo riferimento è costituito dal DPR sull'automia:
      l'indice è riportato in
      >>> s990308;
      il testo è riportato in
      >>> e990308.
      NB* - la legge n. 59 è del 1997 (cfr. glff51.htm).
.6   L'esempio è quello delle indicazioni
      sulle "unità di apprendimento"
      riportate in
      >>> ma1.
.7   Ovviamente, tra le possibilità di scelta
      ci sono quelle relative a
      riferimenti culturali
      e modi di considerare la professione,
      nei limiti consentiti dalla normativa.
NB1 - Una raccolta sistematica di indicazioni sulle scelte
           esula dagli obiettivi di PFPM.
NB2 - Non pare necessario soffermarsi, qui,
           su scelte dell'autore
           e su scelte del fruitore.
           >>> g215,
           >>> rp70912.
NB3 - In relazione al CCNL segnalo:
           --- denominazione degli articoli del capo IV
                e testo degli art. 26 e 27 da
                >>> s071007.htm;
           --- testo dell'art. 395 del predetto testo unico in
                >>> l-395.htm.