CENNI SULL'ATTIVITÀ
NELL'AMBITO DELLA MATEMATICA:
CORSI DI LAUREA E RICERCA


Cesarina Tibiletti Marchionna



Milano, 6 setttembre 2004

Negli 80 anni di vita dell'Università degli Studi di Milano,
per quanto riguarda la Matematica,
furono attivati, con struttura e caratteristiche diverse,
i "Corsi di laurea", dedicati soprattutto agli studenti,
e venne svolta una importante ed assidua attività di ricerca.

Per il primo aspetto fa testo soprattutto l'esposizione
"I corsi di laurea in Matematica ..." di C. Tibiletti Marchionna, considerato in 3.2.

La ricerca scientifica, negli 80 anni in esame, si svolse in modi diversi,
secondo le usanze dei tempi e i metodi seguiti anche in ambito internazionale.

Nei primi 50 anni la ricerca fu elaborata soprattutto in forma individuale,
ma per lo più legata a Scuole operanti nell'Università e nel Politecnico di Milano,
riferita a varie discipline matematiche:
Geometria ed Algebra, Analisi matematica, Fisica matematica, ecc.
Di tale attività fa testo l'articolo citato in 3.3
"Uno sguardo su Matematica e Matematici dal 1924 al 1974" di C. Tibiletti Marchionna.

In seguito, dagli anni '60-'70 in poi,
la ricerca matematica nell'Università di Milano
si svolse ancora in forma individuale ma spesso in collaborazione fra piccoli gruppi,
con appoggi nazionali e soprattutto internazionali,
supportata da frequenti soggiorni all'estero.

Parecchi giovani Matematici milanesi furono dotati di borse di studio
e spesso si impegnarono presso Università straniere in Corsi per un Ph. D.

All'avvento dei Dottorati di ricerca italiani (dal 1985)
parecchi giovani ebbero modo di conseguirne il titolo a Milano
o presso altre Università nazionali.

La ricerca, in generale, si svolse utilizzando, oltre a risorse locali,
molti rapporti con Matematici stranieri nelle loro sedi
ma anche ospitati a Milano per Conferenze e brevi Corsi di lezioni.

Ci fu pure una partecipazione molto attiva e diffusa
a Gruppi di ricerca nazionali (prima del CNR e poi i cosiddetti gruppi 40%),
creando importanti rapporti con Matematici italiani operanti in varie sedi.
Tra l'altro, fra tali Gruppi ministeriali
negli anni '80-'90 due ebbero come sede nazionale l'Università di Milano:
dedicati, rispettivamente, a discipline nell'ambito
dell'Algebra e dell'Analisi matematica.

Fin dal 1927 l'Università di Milano,
insieme al Politecnico di Milano,
istituì il "Seminario Matematico e Fisico di Milano"
e la sua attività dura tuttora
(cfr. C. Tibiletti Marchionna,
"Il Seminario Matematico e Fisico di Milano (1927-1996)",
Rend. Sem. Matem. e Fisico di Milano, LXVII (1997), 27-47).

Questa istituzione svolse una preziosa attività
a favore della ricerca matematica.
Essa organizzò a Milano, fin dal suo nascere,
in ogni anno, numerose Conferenze di Matematica soprattutto
e di Fisica ed applicazioni varie,
invitando per esse Studiosi italiani ed illustri Matematici stranieri.

Questa attività fu anch'essa preziosa per lo sviluppo
delle conoscenze dei giovani ricercatori milanesi (e non solo per essi)
e per agganciare rapporti utili con la ricerca nazionale ed internazionale.

Ultimamente (dal 1990) l'attività del "Seminario"
fu affiancata dalle "Lezioni leonardesche"
organizzate in collaborazione con il Politecnico di Milano
e l'Università di Milano-Bicocca.
Queste "Lezioni" (di solito 4 all'anno),
"rivolte verso una visione unitaria della matematica",
sono tenute da Matematici stranieri
particolarmente considerati in ambito internazionale.

Accanto allo studio ed alle ricerche relative alla Matematica applicata,
supportate in particolare dall'Analisi numerica, dalla Probabilità e dalla Statistica,
sono nate varie iniziative.
Negli ultimi anni si è fissato un legame stabile, anche a livello didattico,
con l'ECMI (The European Consortium for Mathematics in Industry)
ed è stato costituito presso il Dipartimento di Matematica
il centro MIRIAM (Milan Research Centre for Industrial and Applied Mathematics)
che dedica la sua attività alla Matematica applicata
con Convegni mirati e consulenze rivolte a docenti ed operatori dell'industria.

Furono pure curati lo studio e la ricerca nell'ambito della Didattica della Matematica.
Ne fu altresì divulgata la conoscenza in relazione
a vari livelli di insegnamento della Matematica.
In questo settore è stata operata un'assistenza agli insegnanti di Matematica
(fin dagli anni '20) tramite la "Mathesis",
Società italiana di scienze matematiche e fisiche,
che ebbe sempre sostegno e sede presso l'Istituto
e poi il Dipartimento di Matematica dell'Università di Milano.

Negli ultimi anni si allestirono Mostre relative alla Matematica elementare;
ora è attivata presso il Dipartimento di Matematica
una mostra permanente "Simmetria, giochi di specchi"
a disposizione degli studenti delle Scuole elementari e secondarie
e di tutti gli amatori della Matematica.

Nello scorrere degli anni, soprattutto a partire dagli anni '60-'70,
presso l'Istituto o Dipartimento di Matematica dell'Università di Milano
si svolsero vari Convegni nazionali ed internazionali
per lo più dedicati a specifici settori della Matematica.

A titolo di esempio si ricorda uno dei primi di tali Convegni,
a carattere internazionale, tenuto nel 1971:
il "Convegno internazionale di Geometria algebrica
nei 100 anni dalla nascita di Federigo Enriques"
e ciò, anche, tenuto conto del fatto che l'Istituto e poi Dipartimento di Matematica
erano intestati all'illustre Matematico.

Ricordiamo inoltre uno degli ultimi importanti Convegni
organizzati sulla Matematica dalle Università milanesi
(Universtà degli Studi, Politecnico e Milano-Bicocca):
si tratta del "XVII Congresso della Unione Matematica Italiana" del 2003.

Conviene ancora citare le pubblicazioni matematiche
legate più strettamente all'Università degli Studi di Milano,
talvolta attuate insieme ad altri Atenei milanesi
come il Politecnico e quello di Milano-Bicocca.

Dal 1927 si pubblicarono
i "Rendiconti del Seminario Matematico e Fisico di Milano"
che raccolgono soprattutto i testi di Conferenze tenute presso il Seminario stesso.
Dal 2002 questa rivista è stata sostituita dal
"Milan Journal of Mathematics" edito da Birkhäuser,
sempre legato al "Seminario" suddetto.

Presso l'Istituto ed il Dipartimento di Matematica furono pubblicate, via via,
la "Collectanea mathematica" su ricerche in sede
e una serie di "Quaderni" che ebbero lo scopo di raccogliere ricerche di Matematica
di Studiosi locali sotto forma soprattutto di preprint.

Conviene infine ricordare che, più intensamente in passato,
la Matematica milanese, e quindi, in particolare, quella dell'Università degli Studi,
usò per la pubblicazione delle sue ricerche e di tanti risultati fondamentali
i "Rendiconti dell'Istituto Lombardo, Accademia di Scienze e Lettere".
In realtà i rapporti della Matematica milanese con tale Accademia
furono, e sono tutt'ora, molto stretti e utili
anche nell'organizzazione di Convegni e Conferenze.